Quantcast
Sei qui: HomeArchivioCarrierismi

Gli articoli di Giuseppe Carrieri per Vademecum Expo 2015

La via dove si disseminano i colori

Welcome to Milan

Pubblichiamo con enorme piacere l'articolo di Giuseppe Carrieri* che ci racconta un mondo dentro una città, una sorta di microcosmo di cui si parla e si sente parlare molto. E molto spesso a sproposito: via Padova a Milano.

Ti guardi in giro e attorno a te non c’è più una città. Ma il mondo. Alzi gli occhi, deceleri con la tua automobile, non sbagli se pensi di essere un po’ confuso. Non è solo colpa della canicola che ha cominciato a colpire Milano, ma è proprio la Strada (non una qualunque) a disorientarti. È lei che ti spinge e fermarti e a cominciare a camminare. Sotto un piccolo tunnel c’è una leggera colonia di giovani ragazzini egiziani con la maglietta dell’Inter.

Ultima modifica il Sabato, 20 Ottobre 2012 20:08

Leggi tutto...

Visioni (seconda puntata)

via tolstoj

Visioni di case che crescono. Aspettando l’Expo e qualche altro miracolo.

Il tabellone elettronico non si lascia certo intimidire dalle preghiere dei pedoni. I minuti d’attendere per la 90 sono quindici, tutto il resto è noia. Noi, ultimi tra i sopravvissuti di un inizio estivo milanese, siamo contratti dentro una sera perfettamente blu, senza nuvole o silenzio. La città si è consumata attorno ai brevi rimpianti dell’ennesimo pomeriggio afoso e ha finito per squagliarsi senza troppa eleganza. Chi ritorna a casa, dentro i propri camici acquatici, non ha tanta voglia di badare al paesaggio. Le macchine così si bruciano i propri chilometri, disumane come certi incubi, mentre qualche saracinesca tossisce ancora la fine del proprio turno.

Ultima modifica il Sabato, 20 Ottobre 2012 20:08

Leggi tutto...

Visioni (prima puntata)

Non c'è spazio per il cielo

Visioni di case che crescono. Aspettando l’Expo e qualche altro miracolo
(Prima puntata)

Il ruggito facile della città si spegne prima del tramonto. Gli argini non si riconoscono più, è tutta asfalto ribaltato nella danza dei giganti. Sì, perché se qualcuno ci vedesse dall’alto, non dico Dio, mi basta anche qualche marziano un po’ imbranato, bè in ogni caso quel qualcuno dallo spazio non avrebbe difficoltà a dire che a Milano non si vedono che giganti. Hanno il collo dritto delle giraffe che non conoscono timidezza, braccia smisurate e polmoni di gasolio.

Ultima modifica il Sabato, 20 Ottobre 2012 20:08

Leggi tutto...
Vai all'inizio della pagina

We use cookies to improve our website and your experience when using it. Cookies used for the essential operation of the site have already been set. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information